thyssenkrupp Home Solutions diventa TK Home Solutions. La tecnologia, la sicurezza, la funzionalità e il design rimangono le stesse

Skip Navigation

Telemedicina, il futuro dell'assistenza sanitaria per anziani

Telemedicina

La telemedicina garantisce assistenza medica e sanitaria a pazienti fisicamente distanti attraverso l’utilizzo delle tecnologie dell'informatica e delle telecomunicazioni.

In un contesto come quello attuale, segnato dalla pandemia e dalla necessità di ripensare i servizi della sanità territoriale, i vantaggi della telemedicina possono rivelarsi particolarmente utili per gli anziani. Persone over 65 che nella vita quotidiana hanno subito gli effetti del Coronarivus spesso hanno sofferto per via dell’isolamento sociale.

Telemedicina, cos’è e a cosa serve

Secondo l’Enciclopedia Treccani, la telemedicina può essere definita come “l'insieme delle tecniche e degli strumenti di monitoraggio e di assistenza sanitaria, realizzato mediante sistemi atti a fornire un rapido accesso sia ai medici specialisti che ai pazienti, prescindendo dal luogo ove essi sono rispettivamente situati”.

Ancora più precisa è la definizione contenuta nelle Linee di indirizzo nazionale del Ministero della Salute:

“Per Telemedicina si intende una modalità di erogazione di servizi di assistenza sanitaria, tramite il ricorso a tecnologie innovative, in particolare alle Information and Communication Technologies (ICT), in situazioni in cui il professionista della salute e il paziente (o due professionisti) non si trovano nella stessa località. La Telemedicina comporta la trasmissione sicura di informazioni e dati di carattere medico nella forma di testi, suoni, immagini o altre forme necessarie per la prevenzione, la diagnosi, il trattamento e il successivo controllo dei pazienti”.

La telemedicina, pur non potendo sostituire del tutto la medicina tradizionale, può ottimizzare, velocizzare e rendere più efficace l’erogazione delle prestazioni diagnostiche e terapeutiche, perfezionando il coordinamento tra medici, professionisti, operatori sanitari e pazienti.

Allo stesso tempo, soprattutto in relazione agli anziani, la telemedicina può aumentare l’indipendenza e l’autonomia dei pazienti, rendendoli più consapevoli e aiutandoli a compiere tutta una serie di azioni per prendersi cura di se stessi.

Come funziona la Telemedicina

Secondo il Ministero delle Salute i servizi di telemedicina possono essere classificati in tre macro-categorie:

  • la Telemedicina specialistica, che comprende le diverse modalità con cui si forniscono servizi sanitari a distanza nell’ambito di una specifica disciplina medica (con un collegamento in tempo reale o differito) e che si basa sul’interazione tra medico e paziente oppure tra medici e altri operatori sanitari;
  • la Telesalute, che si riferisce principalmente all’assistenza primaria e che permette a un medico (spesso un medico di medicina generale in collaborazione con uno specialista) di occuparsi a distanza di un paziente, supportandolo nella fase di telemonitoraggio e responsabilizzandolo sulla proprio stato di salute;
  • la Teleassistenza, che non riguarda propriamente l’ambito sanitario ma quello socio-assistenziale, e che consiste nella presa in carico della persona anziana a domicilio tramite la gestione di allarmi, di attivazione dei servizi di emergenza e di chiamate di “supporto” da parte di un centro servizi.

Quando la distanza è un fattore critico (ed è impossibile o molto difficile recarsi in un ospedale o in un centro specializzato) l’erogazione di servizi di cura e assistenza sanitaria qualificata tramite strumenti e dispositivi tecnologici può migliorare la diagnosi, la prevenzione e il trattamento delle malattie (anche croniche).

La raccolta, la condivisione e l’analisi dei dati (come i parametri vitali) e il confronto continuo e costante con uno o più medici – senza doversi fisicamente – possono infatti rendere l’assistenza sanitaria più efficace e più accessibile, in linea con le esigenze dei pazienti.

Perché la telemedicina è importante per gli anziani

L’osservatorio di Silver Economy Forum e Lattanzio Kibs ha stimato che in Italia gli over 65 sono più del 21% della popolazione e tra 50 anni supereranno il 32%.

Il graduale invecchiamento della popolazione, l’aumento degli individui che convivono con malattie croniche e hanno bisogno di controlli periodici e la necessità di riorganizzare i servizi di assistenza sanitari sul territorio hanno reso sempre più necessario (e urgente!) il ricorso a soluzioni innovative.

La telemedicina può dare risposte nuove a problemi tradizionali e contribuire al raggiungimento di diversi obiettivi.

  • migliorare le attività di prevenzione e contrasto delle malattie
  • ridurre il numero di pazienti ricoverati in strutture ospedaliere
  • offrire servizi di assistenza sanitaria su misura e a domicilio
  • rendere più accessibili e meno costose le cure mediche

Le esperienze di telemedicina a livello nazionale, regionale e locale sono molteplici e hanno il pregio, grazie al lavoro di tanti professionisti del settore, di portare il servizio del medico direttamente nella casa del paziente anziano, evitando spostamenti non necessari, pre-ospedalizzazioni o lunghe degenze nelle strutture sanitarie.

In questo quadro, la telemedicina rappresenta senza dubbio il futuro dell’assistenza sanitaria per anziani.

→ Scopri le soluzioni TK Home Solutions

Telemedicina e anziani, cresce la fiducia

Le persone anziane, soprattutto negli ultimi anni, stanno manifestando il bisogno di vivere serenamente anche durante la cosiddetta “terza età”.

Curano l’alimentazione, sono molto attenti alla salute mentale e acquistano montascale a poltroncina o miniascensori interni per spostarsi senza difficoltà in casa.

In un contesto del genere, in Italia gli anziani sembrano apprezzare (e non poco!) le possibilità offerte dalle nuove tecnologie e hanno sempre più fiducia nelle potenzialità della telemedicina.

In una recente indagine è emerso che per il 61% degli anziani la tecnologia può migliorare la relazione tra medico e paziente e che per il 68% la tecnologia applicata alla salute può imprimere uno sviluppo positivo alle terapie mediche.

La fiducia nei confronti della telemedicina, inoltre, aumenta (al 77%) nel momento in cui si è certi di poter contare su un medico che già si conosce, che magari segue anche altri membri della famiglia e che sa come comportarsi.

Dopo la crisi provocata dal Covid-19, la telemedicina per anziani potrebbe diventare la chiave per ripensare l’assistenza sanitaria per gli over 65, assicurando a tutti servizi indispensabili.

Richiesta Informazioni

Home Solutions

Compila il modulo, ti richiameremo per una consulenza gratuita

Per favore, inserisca il codice postale nel formato corretto
Si prega di inserire l'e-mail
Per favore, verifichi che l'indirizzo email sia valido

*obbligatorio

Si prega di accettare l'informativa

Grazie per il vostro interesse nei nostri prodotti! Ci metteremo in contatto con voi il più presto possibile.

I seguenti contenuti potrebbero essere interessanti per voi:

Torna su